AIUTI ALLE IMPRESE - NUOVO BANDO DELLA REGIONE MOLISE PER FINANZIAMENTI A FONDO PERDUTO

October 6, 2017


AIUTI IN MOLISE PER INVESTIMENTI IN MACCHINARI, IMPIANTI E BENI INTANGIBILI, E ACCOMPAGNAMENTO DEI PROCESSI DI RIO- RGANIZZAZIONE E RISTRUTTURAZIONE AZIENDALE

 

Scopo dell'intervento è sostenere gli investimenti nelle imprese e professionisti molisani, per favorire i processi di rafforzamento e ristrutturazione aziendale. Si tratta di sostenere progetti che permettano un salto qualitativo delle imprese incentivando investimenti che favoriscano processi di innovazione produttiva e di efficienza energetica e la competitività delle imprese

 

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda di agevolazione:

  1. piccole e medie imprese (PMI), e loro raggruppamenti che, alla data del 02/10/2017, siano già costituite ed iscritte nel Registro delle Imprese tenuto presso la C.C.I.A.A. territorialmente competente e intendano realizzare un intervento presso una sede operativa ubicata sul territorio molisano.

  2. liberi professionisti, e loro associazioni, alla data del 02/10/2017, siano titolari di partita IVA e intendano realizzare un intervento presso una sede operativa ubicata sul territorio molisano.

  3. soggetti che intendano costituire una “nuova impresa” purché l’impresa sia  formalmente  costituita ed iscritta nel Registro delle imprese, abbia almeno una sede operativa sul territorio molisano e faccia pervenire la relativa documentazione alla Regione Molise, entro il termine di 60 (sessanta) giorni dalla ricezione della comunicazione di ammissione alle agevolazioni

  4. le persone fisiche che intendano avviare una nuova attività come “libero professionista”, purché formalmente costituita ai sensi della normativa vigente, con almeno una sede operativa sul territorio molisano e facciano pervenire la relativa documentazione alla Regione Molise entro il termine di 60 (sessanta) giorni dalla ricezione della comunicazione di ammissione alle agevolazioni.

 

Non sono ammissibili alle agevolazioni di cui al presente avviso le iniziative nei seguenti settori:

  • della produzione primaria dei prodotti agricoli di cui all'allegato I del TFUE;

  • della pesca e dell'acquacoltura disciplinati dal Regolamento (UE) n. 1379/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio;

  • carboniero relativamente agli aiuti per agevolare la chiusura di miniere di carbone non competitive, di cui alla decisione 2010/787/UE.

 

Progetti finanziabili

L’avviso è volto al sostegno di investimenti in beni materiali ed immateriali, nonché a sostenere le imprese nelle attività di riorganizzazione aziendale, funzionali all'adozione di soluzioni innovative per la gestione e per l'introduzione di innovazioni di processo/prodotto, da realizzare presso unità operative ubicate sul territorio della Regione Molise.

Investimento minimo non inferiore ad € 20.000,00.

 

Intensità degli aiuti

Il contributo a fondo perduto può arrivare fino ad un massimo del 60% per le imprese/ professionisti le cui unità operative oggetto dell’investimento sono situate nei comuni rientranti nel perimetro dell’ ”Area di crisi industriale complessa” e del 50% nelle restanti zone del Molise.

 

Spese agevolabili

Sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa:

 

a) progettazioni ingegneristiche riguardanti gli impianti, sia generali che specifici; progettazioni ingegneristiche riguardanti gli immobili, studi di fattibilità economico-finanziaria; spese per fidejussioni. Tali spese sono ammesse nel limite del 5% dell’investimento ammissibile di cui alla lettera c);

 

b) acquisto, costruzione e/o ristrutturazione di beni immobili nel limite massimo del 40% degli investimenti ammissibili di cui alla lettera c). In caso di acquisto trova applicazione quanto previsto dall’ articolo 6 del DPR 196/2008. Non è in ogni caso ammissibile alle agevolazioni l’acquisto di terreni;

 

c) macchinari, impianti specifici ed attrezzature varie, nuovi e funzionali alla realizzazione del progetto. I beni mobili, nuovi di fabbrica, e gli impianti specifici sono ammissibili se strettamente necessari al ciclo produttivo e se a servizio esclusivo della struttura produttiva oggetto dell’agevolazione. Per le imprese che esercitano attività di trasporto di merci su strada per conto terzi sono esclusi comunque i veicoli destinati al trasporto di merci su strada;

 

d) impianti generali (impianti elettrici, idrici, tecnologici, etc.) strettamente necessari alla funzionalità dell’unità produttiva e opere murarie connesse alla realizzazione di tali impianti; tali spese sono ammesse nel limite del 10% dell’investimento ammissibile di cui alla lettera c);

 

e) programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali del soggetto proponente; brevetti; licenze; know-how e conoscenze tecniche non brevettate concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi, per la parte in cui sono utilizzati per l’attività svolta nell’ unità produttiva interessata dal programma. Tra le spese relative ai programmi informatici sono incluse quelle relative ai servizi per la realizzazione o la personalizzazione di applicazioni informatiche, nei limiti ritenuti congrui per la realizzazione del progetto d’investimento. I programmi e le applicazioni informatiche oggetto di agevolazioni dovranno restare ad uso esclusivo dell’unità locale agevolata e, pertanto, non potranno essere né cedute a terzi, né essere utilizzati presso altre unità produttive. Si precisa, altresì, che le spese relative al software di base, indispensabile al funzionamento di una macchina o di un impianto, non rientrano tra le suddette spese ma sono da considerarsi in uno con la spesa relativa alla macchina governata dal software medesimo;

 

f) servizi reali che consentano la risoluzione di problematiche di tipo gestionale, tecnologico, organizzativo, commerciale, produttivo e finanziario. I servizi reali sono relativi alle seguenti aree di attività: marketing e vendite; produzione e supply chain; organizzazione e risorse umane; finanza. Tali spese sono ammissibili nel limite massimo del 10% degli investimenti ammissibili di cui alla lettera c).

 

Dotazione finanziaria

Le risorse complessive disponibili ammontano a € 14.000.000,00 di cui € 10.000.000 per interventi da realizzare su unità produttive localizzate nel territorio dei comuni facenti parte dell’Area di Crisi Complessa “Venafro-Campochiaro-Bojano”, e una riserva finanziaria “trasversale” a favore delle “nuove imprese” di € 4.000.000.

 

Termine di presentazione

La procedura on line per la presentazione delle domande è aperta dal 18 Ottobre al 16 Novembre 2017.

Considerata la complessità della preparazione della domanda, potremo ricevere gli incarichi per la partecipazione al bando fino al 31/10/2017.  

 

La scadenza della presentazione del bando è sta prorogata al 05/12/2017, pertanto potremo ricervere le domande fino al 23/11/2017.

 

Contattaci per una consulenza gratuita

Tel. 0875703911

Tel. 3284112370

 

Per essere sempre informato clicca mi piace sulla nostra pagina Facebook

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag
Please reload

Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

AM & Partners Srl

Via Adriatica 58 - 86039 Termoli (CB)

P.IVA 01742110701

Copyright © 2017

Tutti i diritti riservati

  • Facebook Social Icon
  • LinkedIn Social Icon

Powered AMP - Copyright 2017 All Right Reserved